Recensione SketchUp 2016

Per tutti coloro che fanno grafica vettoriale in 3D, SketchUp è uno dei migliori software in circolazione. La versione 2016, uscita lo scorso anno, è ancora più entusiasmante e bella da usare.

Come sempre ci sono un sacco di nuove caratteristiche e correzioni di bug, ma i cambiamenti più evidenti sono l’introduzione di Lisanne come modello in scala e nuovi tray. Con questo nuovo sistema, le finestre degli strumenti che precedentemente erano flottanti sullo schermo, sono ora raggruppate in una disposizione pulita che gli utenti di SketchUp Pro già conoscono. È anche possibile creare nuovi trays e disporre le finestre a proprio piacimento.

Sul fronte della modellazione, si noteranno un sacco di miglioramenti utili. Gli utenti Pro di questo software che lo utilizzano per stime, liste di inventario, ecc, dovrebbero essere molto felici per la nuova possibilità di generare report, molto più facile anche da personalizzare. Nella finestra di dialogo di questo strumento si possono scegliere dei campi, che vanno anche riorganizzati e formattati. Questi rapporti personalizzati possono anche essere salvati come modelli per i progetti futuri.

L’acquisto di Gehry Technologies ha dato a Trimble una piattaforma di collaborazione basata su un cloud, molto utile a tutto l’ambiente SketchUp. Con la versione 2016, questa piattaforma è molto più strettamente integrata nel software di modellazione ed ora ogni singolo modello può essere caricato o scaricato e collegato ai modelli di SketchUp. E’ una funzione estremamente utile quando si ha bisogno di avere dei disegni di riferimento e di importare dei contenuti nei modelli. Nel complesso, le risorse cloud sono state integrate molto più strettamente in questa nuova versione di SketchUp, che permette ad esempio di cambiare qualsiasi componente direttamente dalla galleria di immagini 3D.

Molti sono anche i miglioramenti dietro le quinte, che possono essere visti nelle policy di caricamento delle estensioni, che oggi offre all’utente una certa sicurezza che una particolare estensione provenga da una fonte affidabile. Nella versione 2016, questo sistema è stato implementato al suo livello più basso ( “senza restrizioni”), ma si può sempre aumentare.

C’è naturalmente molto di più da scoprire e solo usandolo riuscirete a rendervi conto delle novità di SketchUp 2016, fateci sapere cosa ne pensate!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *