Gimp vs Photoshop: chi vince?

Gimp e Photoshop sono due dei migliori programmi per fare grafica e fotoritocco ad oggi disponibili sul mercato. I due, benché siano utili per fare all’incirca le stesse cose, si differenziano da alcuni punti di vista, che andiamo a vedere in questo articolo.

Gimp

E’ un software gratuito ed open source, che non tutti amano perché pensano sia un po’ troppo pesante e complesso da usare rispetto a Photoshop, in realtà dopo averci preso la mano si rivela particolarmente utile, ed è ancora più organizzato nelle ultime versioni. La versione 2.8 di Gimp, l’ultima versione, è di gran lunga migliore rispetto alle precedenti versioni ed è probabile che avrà ancora più estimatori.

Da un punto di vista delle leggerezza del software in download, Gimp vince alla grande su Photoshop, essendo circa 20 volte meno pesante.

Photoshop

Si tratta di un “must have” per i professionisti, permette di risparmiare un sacco di tempo per fare tutte le operazioni più basilari del fotoritocco e del lavoro sulle immagini, il nuovo motore grafico e l’interfaccia rivisitata sono ancora più utili. Tra le caratteristiche più sorprendenti di questa nuova versione di Photoshop troviamo la possibilità di giocare con ombre e le luci, una caratteristica rinnovata che permetterà di lavorare ancora meglio sulle immagini.

Gimp  vs Photoshop

Per chi fa fotoritocco di base, entrambi i software sono molto utili e, possiamo dirlo, alternativi. Se cercate delle soluzioni più avanzate, invece, Photoshop è ancora un passo avanti rispetto al Gimp, anche se dobbiamo dire che il software open source è riuscito a recuperare molto terreno.

Una delle differenze più importanti è sicuramente il prezzo, con Gimp che è gratuito (sia per Mac che per Linux e Windows), mentre Photoshop è a pagamento (e non costa neanche tanto poco).

Spesso è questa la maggior discriminante che porta gli utenti a preferire Gimp rispetto al sofware di Adobe, anche se alcuni non amano assolutamente l’interfaccia Photoshop.

Alla fine dei conti, la scelta tra queste due opzioni deve essere fatta in maniera ponderata, anche se ci sentiamo di darvi un consiglio: prima di spendere denaro in Photoshop, provate The Gimp, in fondo non costa nulla e avrete tra le mani un eccellente prodotto, poi paragonatelo alla versione demo di Photoshop (avete 30 giorni di tempo per usarla) e alla fine traete le vostre conclusioni.